Come si scrive un film Formazione

13 trucchi da copywriter per scrivere una buona storia

13 trucchi da copywriter per scrivere una buona storia

Come si può scrivere una buona storia? Utilizzando 13 trucchi da copywriter!

Come un copywriter

Esistono vari espedienti per dare un tocco in più alle proprie storie. E non c’è niente di male a rubare alcuni di questi dai copywriter.

I copy non scrivono vere e proprie storie, eppure scelgono con attenzione parole e frasi per attirare uno specifico pubblico.

Anche i romanzieri devono strutturare ogni frase, paragrafo e pagina all’interno del loro libro per assicurarsi che i lettori continuino a restare attaccati alle pagine, con la voglia di saperne di più.

Il modo con cui il mondo del copywriting fornisce consigli ai produttori di contenuti per stare al passo con la concorrenza, può anche essere il trucco che il romanzo moderno usa per migliorare la propria narrazione.

Ecco i migliori 13 consigli di copywriting che possono essere utilizzati per scrivere una storia migliore.

1. Individua il tuo pubblico e dagli ciò che vuole

Dietro al modo in cui un copywriter parla di un prodotto, c’è un’attenta e precisa comprensione del pubblico o del mercato di riferimento. Dopotutto, nel mondo del marketing, non puoi creare un desiderio per un prodotto dal nulla: puoi solo alimentare e canalizzare una fiamma che già esiste.  Quando pianifichi il tuo romanzo, è probabile che avrai in mente un pubblico ideale. Ad esempio, potresti scrivere per giovani adulti, amanti di fantascienza o nerd fantasy. Individua quale può essere il lettore ideale della tua storia. Scopri cosa gli piace leggere. Poi scrivilo, avendo sempre in mente l’interlocutore che hai individuato.

2.  Documentati accuratamente
Come si scrive una buona storia con i trucchi dei copywriter
È sempre utile dare notizie con cognizione di causa. Un copywriter non farebbe mai il passo falso di citare
statistiche, numeri, fatti se non ha prove e studi a loro sostegno. Quando scrivi una storia puoi entrare in contatto più profondo con i lettori e i fruitori di essa se presti particolare attenzione ai luoghi di cui parli, al tempo storico, alla cultura in cui è immersa. Per farlo devi sempre studiare e fare opportune ricerche. Più una storia è realistica e credibile, più diventa attraente per un lettore. Per questo devi sempre documentarti accuratamente prima di scrivere.

3. Scrivi quando hai qualcosa da dire

Quanto è più facile e veloce scrivere quando hai davvero qualcosa da dire? Quando un copywriter ha un argomento in mente, ha le idee chiare. Così riesce a creare un articolo in poco tempo, in un modo che attirerà sicuramente il pubblico. Scrivere senza avere una direzione chiara, porta solo a diffondere informazioni inutili e caotiche. Per questo è necessario scegliere con cura gli argomenti e scrivere pensando che qualsiasi cosa tu stia scrivendo abbia uno scopo.

4. Trova la tua voce originale

Un cliente di una determinata azienda già sa che tono di voce aspettarsi dalla sua comunicazione.
Quando un lettore legge un libro o uno spettatore guarda un film già sa cosa aspettarsi da quello scrittore o da quello sceneggiatore o regista. Spesso non è la storia in sé ad essere importante, quanto il modo in cui viene raccontata. Se la tua voce è unica e interessante, il tuo lettore continuerà a cercarti, e a voltare le pagine per andare avanti. Altrimenti, si rivolgerà altrove. Per questo devi imparare a trovare con coerenza la tua voce originale.

5. Sii unico e individuabile

I migliori blog, articoli e comunicati stampa sono quelli che trattano nuove informazioni, affrontano idee diverse o semplicemente raccontano le notizie da una nuova prospettiva. Allo stesso modo, i migliori romanzi sono quelli che offrono un punto di vista che i lettori non hanno mai visto prima. Permettono loro di esplorare un’esperienza diversa da qualsiasi altra mai messa in parole prima. O addirittura permettono loro di rivisitare un classico da un altro angolo. Sii unico e avrai successo.

Trucchi da copywriter per scrivere una buona storia6. Varia la lunghezza delle frasi

Nel copywriting, le frasi brevi sono essenziali, perché rendono il contenuto più facile da capire.
Nel romanzo, frasi brevi possono aggiungere dramma o emozione a un paragrafo, in particolare quando sono intrecciate con altre frasi più lunghe. Variare la lunghezza della frase aiuterà a mantenere il pubblico impegnato e divertito.

7. Crea emozione

I copywriter usano l’emozione per spingere i visitatori a convertirsi in clienti. Il desiderio, l’avidità, la paura, il senso di colpa e l’esclusività possono fare miracoli sul pubblico. Sono sentimenti che potrebbero portare a considerare di effettuare un acquisto. Un romanziere dovrà creare emozioni per uno scopo diverso: aiutare i propri lettori a interagire con i personaggi e gli scenari dalla pagina all’ultima pagina.

8. Non abusare della forma passiva

Nella lingua inglese, la struttura della frase preferita è SPC: soggetto, predicato, complemento.
In altre parole, alle persone piace la voce attiva: li aiuta a sentirsi più coinvolti in ciò che stanno leggendo.
Lo stesso accade anche nella lingua italiana. I copywriter usano sempre la voce attiva perché le frasi passive annoiano le persone. Lo stesso vale per chi racconta una storia. Non è un dramma se utilizzi una forma passiva. Potresti non essere in grado di evitare di essere passivo con ogni frase. Ma ogni volta che puoi, evitalo. E ti accorgerai che lo puoi fare più spesso di quanto pensi.

9. Vai a caccia delle parole perfette 

Uno dei consigli più classici del mondo dei copywriter è: non usare mai avverbi e aggettivi solo per rendere una parola più giusta. Lo stesso concetto è più che valido in tutti gli ambiti di scrittura. Non essere pigro con le parole che scegli, prenditi il ​​tempo per rintracciare le parole migliori per trasmettere il tuo messaggio, le tue emozioni o le tue immagini. L’italiano è una lingua bella e varia, che offre tantissime possibilità per ottenere ogni sfumatura. Non utilizzarla sarebbe un triste spreco.

10. Usa le immagini

Non trascurare mai il potere delle immagini. I copywriter le usano tantissimo per rendere la comprensione più facile e fruibile. Per esempio, un’azienda idraulica potrebbe utilizzare uno slogan tipo: “Svuota i tuoi problemi”. Nella scrittura originale, le immagini sono essenziali. Le storie raccontate senza immagini sono noiose, poco brillanti e, ce lo possiamo dire, vero?, fanno passare la voglia di leggerle.

11. Personalizza Trucco da copywriter per scrivere una buona storia: personalizza

I migliori articoli di copywriting che puoi trovare in giro non seguono formati standard da manuale scolastico. Anche nella tua storia, non limitarti a seguire le regole. Pensa a ciò che conta davvero per te. Usa la tua passione tua. Le tue esperienze e le tue emozioni per creare una storia che sia personale. Non stai cercando di impressionare il tuo insegnante, superare un esame o di guadagnare punti su un test qui. Solo se sei appassionato tu stesso, riuscirai ad appassionare.

12. Usa il titolo giusto

Il titolo è molto importante. È il biglietto da visita. Un grande titolo nel copywriting è quello che induce  davvero un lettore a continuare a leggere. Il titolo giusto per la tua storia convincerà un lettore a tirarla giù dallo scaffale e portarsela a casa. Le persone giudicano un libro dalla sua copertina. E lo fanno davvero. Ci sarà un motivo per cui è nato e si è diffuso questo modo di dire!

13. Modifica senza pietà

Infine, riscrivi, accorcia, cancella e cambia tutto ciò che non aggiunge valore alla tua scrittura. Che si tratti di un copywriting o di un romanzo, di un racconto o di un soggetto, ogni parola dovrebbe avere uno scopo, il che significa che il montaggio spietato è fondamentale.

About the author

Flo

Add Comment

Click here to post a comment

en_USEN
it_ITIT en_USEN