Napoli è la prima città usare la blockchain per la PA: approvata la delibera comunale

di Claudia Proietti

Ott 5, 2018

Trasparenza nella gestione di graduatorie e semplificazione nel rapporto tra cittadino e istituzioni: questi i principali obiettivi legati all’implementazione di una tecnologia come la blockchain nell’ambito PA

Sarà Napoli la prima città in Italia a utilizzare la blockchain nei processi amministrativi e a introdurre l’impiego di valute alternative: è quanto ha deliberato oggi il Comune, approvando la delibera proposta dal sindaco Luigi De Magistris e dall’assessore al bilancio Enrico Panini.

Trasparenza nella gestione di graduatorie, atti e database pubblici e semplificazione nel rapporto tra cittadino e istituzioni: questi i principali obiettivi legati all’implementazione di una tecnologia come la blockchain nell’ambito di una pubblica amministrazione, che arriva alla fine di una fase di studio in materia di trasparenza amministrativa avviata nell’aprile 2018 e introduce un rapporto paritario tra cittadini e PA, permettendo ai cittadini stessi di proporre idee e soluzioni attraverso l’area dedicata del sito del Comune.

La delibera, inoltre, rende la città di Napoli “accogliente alla diffusione delle criptovalute”, promuovendo la conoscenza e la diffusione della cultura legata all’utilizzo e all’accettazione di forme di pagamento complementari alla moneta ufficiale. Una misura che intende agevolare fortemente un turismo innovativo, composto da chi utilizza ormai quotidianamente le criptovalute, e preparare la città a ricevere al meglio, anche sul versante dei consumi innovativi, le decine di migliaia di persone che arriveranno con le Universiadi del luglio 2019.

Da oggi, infatti, il territorio comunale si trasforma in luogo accogliente per l’utilizzo di sistemi di pagamento in criptovalute – POS fisici e virtuali – presso le attività commerciali, di gateway di conversione tra e verso valute come l’euro, dollaro, yen, ecc., e di sportelli ATM utili per la diffusione delle criptovalute. Verrà studiata nei prossimi mesi, invece, la possibilità di generare, distribuire e utilizzare una valuta virtuale digitale legata all’economia del territorio.

“Sono molto orgoglioso di questa delibera, perché è la prima in Italia e una tra le prime in Europa ad affrontare finanziariamente e giuridicamente le questioni della blockchain e delle criptovalute” ha dichiarato il sindaco di Napoli Luigi De Magistris – “A Napoli non stiamo “battendo moneta”, come si è ironicamente detto, ma stiamo facendo qualcosa di più importante: vogliamo rafforzare la governance autonoma della città e la trasparenza e la digitalizzazione dei procedimenti amministrativi, favorire la partecipazione dei cittadini e creare una criptovaluta tutta napoletana, utilissima per gli scambi, i consumi, la valorizzazione del Made in Naples e consentire anche i pagamenti dei servizi del Comune. Siamo già molto avanti in questo processo, e la delibera non è un punto di partenza ma un punto di mezzo che racchiude mesi di lavoro a cui hanno preso parte esperti del settore, sia nazionali sia internazionali”.

Gruppo di studio volontario su blockchain (trasparenza) e criptovalute (pagamenti)

Aggiornamento del gruppo di lavoro (al 05 Ottobre 2018):

Ottobre 2018: data e luogo da stabilire
– Tavolo trasparenza: Atti amministrativi, votazione elettronica
– Tavolo pagamenti in cripto: Test Gateway e adeguamenti finanziari
– Tavolo donazioni
– Tavolo rilascio token

05 Ottobre 2018 – Approvazione delibera di Giunta (allegato presto disponibile): 
Introduzione dell’utilizzo della tecnologia basata sulle “blockchain” nei processi dell’Amministrazione comunale. Avvio dello studio di fattibilità per la generazione, la distribuzione e l’utilizzo di una “valuta virtuale digitale” e/o “token” legata all’economia della Città.

28 Settembre 2018: Test gateway conversione cripto->euro
07 Settembre 2018: Gruppo pagamenti in criptovalute: Stabilite modalità dei test per conversione criptovaluta->euro presso attività commerciali, analizzati costi e margini economici, affrontante problematiche finanziarie.
27 Agosto 2018: In preparazione i primi documenti sui progetti trasparenza, pagamenti in cripto presso attività commerciali.
21 Luglio 2018: Inizio tavoli lavori sui tre progetti; (avvenuto);
30 Giugno 2018: Incontro gruppo “Sviluppatori” (avvenuto);
23 Giugno 2018: Incontro gruppo “Normativa” (avvenuto);
9 Giugno 2018: Incontro gruppo “divulgatori” (avvenuto);
31 Maggio 2018: Invio dei questionari per organizzare il lavoro tra i 300 richiedenti al fine di poter delineare i prossimi passi e suddivisione in gruppo dei partecipanti;
19 Maggio 2018: Chiusura del form sul sito. A seguito dell’avviso pubblico sono pervenute oltre 300 richieste di adesione ai vari gruppi di lavoro volontari provenienti da ogni parte del mondo.
19 Aprile 2018: Lancio avviso pubblico per istituire un gruppo di lavoro volontario sulla blockchain

A seguito delle risposte ottenute dai questionari sono stati divisi i proponenti in tre gruppi:

NORMATIVA
Il gruppo vuole ottenere come risultato la sperimentazione simulata di differenti soluzioni nell’ambito della trasparenza, autenticazione, pagamenti e creazione valute
avvalendosi di soluzioni già disponibili e di studi già effettuati in altri campi.

Il gruppo è composto da Avvocati, Commercialisti, Notai, Sociologi  i quali avranno il compito di superare le attuali carenze normative.

SVILUPPO
Composto da sviluppatori software con e senza esperienza diretta in materia di blockchain e criptovalute. Hanno mostrato disponibilità nel produrre e/o manutenere software. I
l gruppo tecnico dovrà verificare la fattibilità dal punto di vista “informatico”.

DIVULGAZIONE
Composto da giornalisti, docenti, studenti, laureandi, cultori. Saranno parte attive del processo di divulgazione/test/sperimentazione dei servizi.

Incontri fisici:

Ottobre 2018 (da programmare)
Punto sui progetti in fase di studio:
– Votazioni basate su blockchain
– Pagamenti attività commerciali in criptovalute
– Donazioni in criptovalute
– Trasparenza: memorizzazione documentale su blockchain

Sabato 21 Luglio 2018: ore 10.00 – 17:00 presso: Palazzo San Giacomo
Discussione e linee guida dei tre progetti:
Trasparenza: Votazioni/Referedum cittadini
Trasparenza: Registrazione documenti su blockchain ethereum
Pagamenti: Modalità e tecnologia per pagamenti servizi e prodotti

Sabato 30 Giugno 2018: ore 10:00 – 15:00 presso il Maschio Angioino (Sala: Antisala dei Baroni)
Convocazione per il gruppo: Sviluppo

Sabato 23 Giugno 2018: ore 10:00 – 15:00 presso Palazzo San Giacomo (Sala della Giunta)
Convocazione per il gruppo: Studio e Applicazioni (Normativa)

Sabato 9 Giugno 2018: ore 10:00 – 15:00 presso il Maschio Angioino (Sala: Antisala dei Baroni)
Convocazione per il gruppo: Divulgatori

Attualmente i partecipanti stanno collaborando e partecipando alle varie fasi del progetto sulla piattaforma slack.

Chi volesse seguire i lavori può consultare questo link: https://goo.gl/forms/nimVmwsBwRNx7Sn62

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *